Share this photo on Twitter Share this photo on Facebook

mirage de la mer

Posted by
flo (udine, Italy) on 3 April 2013 in Architecture and Portfolio.

Pensa un fiume, denso e maestoso, che corre per miglia e miglia entro argini robusti, e tu sai dove sia il fiume, dove l’argine, dove la terra ferma. A un certo punto il fiume, per stanchezza, perché ha corso per troppo tempo e troppo spazio, perché si avvicina il mare, che annulla in sé tutti i fiumi, non sa più cosa sia. Diventa il proprio delta. Rimane forse un ramo maggiore, ma molti se ne diramano, in ogni direzione, e alcuni riconfluiscono gli uni negli altri, e non sai più cosa sia origine di cosa, e talora non sai cosa sia fiume ancora, e cosa già mare. Umberto Eco – Il nome della rosa

NIKON D7000 1/160 second F/8.0 ISO 100 75 mm (35mm equiv.)

NIKON D7000
1/160 second
F/8.0
ISO 100
75 mm (35mm equiv.)